venerdì 1 gennaio 2016

GIORNATA NAZIONALE DELLE LENTICCHIE




Venerdì, I Gennaio 2016
Giornata Nazionale delle Lenticchie 

Davvero non lo so, quante volte l'avrò scritto, "giornata nazionale", nei mesi che hanno preceduto questa data: perchè quello a cui stiamo assistendo oggi, in una grande festa che proseguirà per tutti i 366 giorni di questo 2016 appena iniziato, è un progetto che è nato qualche tempo fa e che ha avuto bisogno di tante, tantissime ore per vedere la luce. Ma vi assicuro che l'emozione con cui ho digitato queste due parole, stamattina è unica e speciale -ed è pure di quelle che non provavo da un po'. 

Perchè oggi inauguriamo con AIFB il Calendario del Cibo Italiano, una liturgia tutta laica e golosa della grande tradizione gastronomica del nostro Paese, con una serie di piatti e di prodotti che si intrecciano alla nostra storia, al nostro territorio, alle nostre tradizioni religiose, per esaltare in modo consapevole uno dei più grandi patrimoni della cultura italiana. 



Chiediamocelo francamente: siamo davvero stanchi di parlare di cibo- oppure  siamo stanchi di parlarne nel modo in cui se ne è parlato in questi anni?

In un modo, cioè, che ha violentato una fonte inesauribile di interessi e di spunti, in nome della spettacolarizzazione, del pressapochismo, dell'ignoranza? Che ha sacrificato tecniche ataviche e collaudate sull'altare dei 5 minuti, del preparato pronto, della cucina da furbetti del quartierino e che ha consegnato alla fama personaggi che calpestano la nostra cultura ogni volta che aprono bocca?



Non credo di sbagliare, se propendo per la seconda ipotesi.

Perchè, vedete, parlare di cibo è bello.

E parlare di cibo italiano, lo è ancora di più.

Lo sa bene Jamie Oliver, che mentre noi correvamo dietro a mode passeggere, si è appropriato del posto libero ed è diventato il testimonial della cucina italiana all'estero: ogni volta che passo dal suo Jamie Italian, in Orchard Road, mi si stringe lo stomaco-e non solo per quello che leggo sul menu. 



E dunque, riscuotiamoci. 

Passiamo alla riscossa, riprendiamoci quello che è nostro, recuperiamo gli spazi perduti  -e facciamolo in modo consapevole e, possibilmente, rumoroso. Facciamoci sentire, insomma: diciamolo al mondo, che la cucina italiana è altro da quello che si vede in TV, è altro da Masterchef, è altro dalle leziosità dei gastrofighettismi, è altro da etichette appiccicate sulla scorta di lusinghe modaiole, che si tratti di D.O.C. tarocche o di "un milione di copie vendute".

Lo strumento che abbiamo scelto per dar voce a questi sentimenti ha le forme del progetto- monumentale ed ambizioso- del Calendario del Cibo Italiano: un calendario che, al pari di tutti i suoi simili, assolve alla funzione pratica della scansione del tempo utilizzando il filtro della celebrazione: ogni giornata cesserà di essere un dannato lunedì o una maledetta domenica, per diventare invece la festa di un piatto o di un prodotto tipico della nostra tradizione gastronomica oppure di un personaggio che se ne è fatto portavoce e cantore o anche di un evento che ne ha influenzato le sorti. 

Accanto alle giornate, si svilupperanno le settimane, dedicate ciascuna ad un argomento "forte", distintivo, peculiare, così insito nel nostro patrimonio da aver lasciato tracce significative nelle abitudini alimentari degli Italiani. 

Ovviamente, nulla sarebbe stato possibile senza AIFB, l'Associazione Italiana Food Blogger, che sola può dare a questo progetto quella veste di istituzionalità che le è propria e quella forza di divulgazione che merita, grazie alla partecpazione dei singoli soci, ambasciatori delle Giornate Nazionali e delle Settimane, a cui è affidato il compito di presentare l'argomento che si festeggia in quella occasione.

A corollario, ci siamo noi, soci e non soci, invitati tutti a partecipare con le nostre ricette, i nostri ricordi, la nostra storia, in una grande festa comune che è anche la riaffermazione della nostra identità-nazionale, regionale, cittadina, locale-, nel segno di una riflessione che vuole essere apertura verso gli altri, nel nome di un dialogo che possa diventare un vero scambio di saperi e di

cultura. 



Iniziamo oggi, I gennaio 2016, con la Giornata Nazionale delle Lenticchie, di cui è Ambasciatrice Maria Greco Naccarato: qui potete trovare la sua presentazione, mentre a seguire i miei contributi


2. VELLUTATADI LENTICCHIE COL SALMONE AFFUMICATO
Tenete d'occhio la blogsfera, però, perchè i contributi saranno davvero moltissimi: in attesa che arrivino anche i vostri!