venerdì 1 gennaio 2016

PATE' DI LENTICCHIE ALLA GRAPPA



Sottotitolo:datemi un frullatore- e vi  "pateizzo" il mondo.
Ebbene sì, sono una donna da paté. Sarà l'anno di nascita (entro ufficialmente nel mezzo secolo, fra poche settimane), sarà la vena genovese (quella collegata al portafoglio) sarà la profetessa della porca figura che costantemente alberga in me, ma non c'è elucubrazione culinaria della sottoscritta che non comprenda almeno una riduzione degli ingredienti in una pasta morbida e spalmabile. 
Il patè è il felice punto di intersezione fra l'etica del riciclo e la creatività, la più sublime incarnazione del "poca spesa-tanta resa", l'apoteosi del comfort food in tacchi a spillo e del più liberatorio degli sfanculamenti alla dieta e al mangiar magro.
Non c'è teoria che regga ad una morbida mattonella, non c'è sano proposito che non crolli davanti a una tartina- e neppure ci sono bilance, dosaggi e sacri testi (a parte questo) che irretiscano la nostra fantasia. In più, lo abbiamo pure inventato noi Italiani, quando ci chiamavamo Romani e dominavamo il mondo: che poi ce l'abbiano rubato i Francesi, questa è un'altra storia. Ma visto che oggi si dà inizio al Calendario del Cibo Italiano, quale migliore ricetta per invogliarci a riprenderci ciò che è nostro?


PATE' DI LENTICCHIE ALLA GRAPPA



200 g di lenticchie
1 rametto di rosmarino fresco
1 spicchio d'aglio
1/2 peperoncino fresco
la punta di un cucchiaino di concentrato di pomodoro
brodo vegetale o acqua, rigorosamente caldi
sale
150 g di burro morbido
mezzo bicchierino di grappa (o gin)
due cucchiai di olio extravergine di oliva





Versione per esperti
1. lessate le lenticchie in acqua fredda, leggermente salata
2. Scolatele al dente e fatele insaporire in padella, in poco olio caldo profumato con uno spicchio d'aglio
3. Sfumate con la grappa
4. Aggiungete il rosmarino e il peperoncino e il concentrato di pomodoro, sciolto in mezzo bicchiere di brodo.
5. Proseguite la cottura a fiamma bassa e a recipiente coperto per altri 15 minuti, aiutandovi eventualmente con altro brodo o acqua per evitare che le lenticchie si asciughino troppo. Fate evaporare tutto il liquido. 
6. Eliminate l'aglio e il rosmarino 
7. Frullate le lenticchie fino a ridurle in purea
8. Aggiungete il burro morbido, poco alla volta, sempre frullando
9. Aggiustate di sale e servite con ban brioche leggermente tostato  


Versione for dummies
1. controllate sulla confezione delle lenticchie se devono essere tenute a bagno prima dell'uso o no- e comportatevi di conseguenza.
2.In tutti i casi, sciacquatele bene sotto l'acqua corrente, meglio se in un colino- e scolatele bene. 
3. Prendete una pentola e riempitela d'acqua per 3/4. Salate leggermente.Versate le lenticche, mettete il coperchio  e accendete il fuoco a fiamma medio bassa:appena l'acqua inizia a bollire abbassate il fuoco e proseguite la cottura:  i tempi dipendono dalla qualità delle lenticchie ma di solito non sono mai inferiori ai 20-30 minuti: provate ad assaggiarle: se sono appena tenere, ci siamo.
4. Scolatele bene e mettetele da parte.
5. Fate scaldare l'olio in un'ampia padella e insaporitelo con l'aglio: lasciatelo con la buccia("in camicia") se preferite un sapore meno aggressivo. Considerate comunque che si tratta solo di un profumo, senza il quale il paté perderebbe di mordente. 
6. Aggiungete le lenticchie, il rosmarino e il peperoncino e fate insaporire, mescolando con un cucchiaio o scuotendo un po' la padella.
7. sfumate con la grappa: versate la grappa sulle lenticchie, aumentate la fiamma e fate evaporare il liquido.
8. dopodichè, proseguite la cottura a fuoco lento con un mestolo di brodo o di acqua calda, nei quali avrete sciolto il concentrato di pomodoro.
9. Aggiungete un pizzico di sale solo se usate l'acqua: se utilizzate il brodo, assaggiate alla fine della cottura ed eventualmente salate ancora un po'. 
10. Calcolate circa un quarto d'ora di cottura, a fiamma lenta e a recipiente coperto:le lenticchie dovranno insaporirsi, prendendo tutti gli umori dell'aglio, del rosmarino, del peperoncino, del pomodoro e della grappa.
11. Trascorso questo tempo, togliete il coperchio e fate evaporare il liquido eventualmente rimasto, aumentando leggermente il calore: non perdete di vista le vostre lenticchie,, perchè se asciugassero troppo, potrebbero attaccarsi alla pentola.
12. Eliminate l'aglio e il rosmarino e frullate le lenticchie fino a ridurle in crema a velocità media.
13. punto, aggiungete il burro morbidissimo, meglio se poco alla volta, continuando ad azionare il frullatore, a bassa velocità: alla fine, dovrà risultare un composto spumoso.
14. Assaggiatelo e aggiustate di sale.
15. Disponetelo in una ciotola e servitelo con pan brioche leggermente tostato. 


...e buon appetito!