mercoledì 1 luglio 2020

POLLO ALLA MARMELLATA DI ARANCE E BOURBON

credits: Martina Calabresi- My Baby Alma


Ringrazio Martina per la foto perché, senza di lei, avrei dovuto rinunciare per l'ennesima volta a trascrivere questa ricetta sul blog, a dispetto del fatto che sia una delle poche cose che replico con costanza, da tanto ci piace. E proprio perché "da tanto ci piace", non faccio in tempo a portarlo in tavola che sparisce sotto i miei occhi, nel senso letterale del termine. 
Si tratta di un pollo fatto marinare in un mix di marmellata di arance, di senape, di Bourbon e di peperoncino e poi cotto al forno assieme a due arance fresche, affettate e fatte cuocere insieme al resto. E' di una facilità aberrante (praticamente, si fa da sola), funziona perfettamente con le marmellate di arance del supermercato che, alla fine, sprigionano aromi che neanche fossimo nella Conca d'Oro in tempo di raccolta, ha un bilanciamento perfetto fra dolce, forte e piccante e, non ultimo, vi fa fare una bella figura senza dover lasciare un rene dal macellaio: il pollo si nobilita, insomma, come succede ogni volta che viene intercettato dal tocco magico di Diana Henry, che come lo cucina lei, sto volatile, nessuna. 
Famolo anche noi, ordunque

BOURBON AND MARMALADE-GLAZED DRUMSTICK 
da A Bird in the Hand di Diana Henry 

Ingredienti per 4 persone 
8 fusi di pollo (vi dico già che non sono sufficienti. Io l'ho risolta con 4 fusi e 4 sovracosce)
150 g di marmellata di arance (amara)
4 cucchiaini di senape di Digione
3 cucchiai di Bourbon 
2 spicchi d'aglio, pelato e tritato
2 peperoncini freschi, privati del picciolo e dei semi e affettati finemente
2 arance, meglio se con la buccia fine
sale e pepe 

Una nota veloce sugli ingredienti, prima di iniziare
- meglio usare pezzi di pollo piccoli, per gestire meglio la marinata.Invece che 4 cosce di pollo, cioè, meglio 8 pezzi: ingombrano meno nel frigo e li maneggiate meglio, per farli intridere bene
- la marmellata di arance è quella amara. La ricetta non lo specifica perché in UK non esiste altro, ma in Italia abbiamo anche la versione dolce e quella non è indicata
- io uso la senape dolce, non quella di Digione, e aumento la dose: da tre cucchiaini a tre cucchiai
- i cucchiai di Bourbon sono i Tablespoon, quindi un po' più capienti dei nostri. Se non li trovate, calcolate 4 cucchiai dei nostri, invece che i tre indicati
- io uso i peperoncini rossi tai, una bomba (sono superiori di un livello all'Habanero, per capirci), quindi uno basta e avanza. Regolatevi a seconda di quello che trovate. 

Procedimento

Due ore prima di cuocere il pollo - o anche la sera prima
Mescolate due cucchiai di marmellata e un cucchiaino di senape. Sigillate con pellicola trasparente e mettete in frigo.Con un coltellino affilato, praticate un taglio trasversale profondo su ciascun pezzo di pollo. Radunate in una teglia o in una terrina la restante marmellata, la restante senape, il Bourbon, il peperoncino, l'aglio e mescolate. Unitevi il pollo e rigiratelo più volte nel mix, in modo che se ne imbeva bene, poi sigillate con pellicola trasparente e mettete in frigorifero, da due ore a tutta la notte (io uso un sacchetto per alimenti a chiusura ermetica, lo trovo molto più maneggevole e occupa meno spazio in frigo)

Prima di cuocere il pollo
Accendete il forno a 180°C
Trasferite il pollo con tutta la sua marinata in una pirofila e unite le arance affettate a fette spesse circa 2 cm. 
Fate cuocere per 20 minuti, poi estraete la teglia dal forno e spennellate il pollo con la marmellata e la senape tenute da parte. 
Infornate nuovamente e fate cuocere per altri 10 minuti o fino a quando il pollo avrà preso un belo colore dorato, con una leggera crosticina in superficie (regolatevi con la foto, ricordando che nell'indecisione, con il pollo è meglio cuocere un po' di più che un po' di meno)

Trasferite la carne su un piatto da portata, sistemate le arance e irrorare con la salsa rimasta sul fondo (io la filtro sempre, prima). Servite immediatamente.