mercoledì 13 gennaio 2016

BACI DI CORTIGIANA (BACI DI DAMA AL CAFFE' E CIOCCOLATO BIANCO)

baci di cortigiana al caffè e cioccolato bianco

Singapore, mercoledì 13 gennaio
GN dei Baci di Dama
Settimana del Maiale

"Più di riguardo è l'ospite, più vergognoso sarà il tuo flop culinario"
Lo dico io- ma non certo in modalità "voce che grida nel deserto"
Perchè questo è un argomento topico, per chi cucina: più ci tieni alla porca figura -e più di palta la fai.
E siccome io ci tengo sempre tanto, ho una serie infinita di flop culinari, coram populo.

Quelli che vedete in foto, sono stati i protagonisti di uno dei tanti. 
Li avevo preparati per il Befana Day e il nome di battesimo lo si deve ai neuroni congiunti delle Befane, stravaccate sui divani della casa che non c'è più, dopo il solito pranzo pantagruelico che quest'anno non c'è stato- e mi fermo qui, sennò divento lagnosa e non va bene a nessuno. 

Dicevo:quale migliore occasione per lanciarsi in un esperimento culinario con il tuo cavallo di battaglia, se non il raduno delle tue amiche cuoche?

Mi riescon sempre bene
Son veloci da fare
Rendono un sacco
Son belli da vedere...
Che differenza vuoi che faccia,un pizzico di caffè nell'impasto?

La differenza che ha fatto non ve la sto a raccontare- perchè il modo ancor m'offende.
Però, tre giorni dopo, quelli che erano stati rinchiusi per punizione in una scatola di latta e lasciati al buio, si sono trasformati in una roba buona da non credere.
Così incredibile che è da allora che continuo a sfornarli-e a mangiarli-e a non capacitarmi di come possa succedere ogni volta questo miracolo.
D'altronde, si sa che tre giorni sono il tempo giusto per fare anche di meglio :-)



BACI DI CORTIGIANA AL CAFFE' E CIOCCOLATO BIANCO

baci di cortigiana al caffè e cioccolato bianco

per 30 dolcetti (60 pezzi piccoli)
150 g di farina
150 g di zucchero semolato
150 g di burro freddo
150 g di mandorle
3 cucchiaini di caffè in polvere (vero, non quello solubile)

100 g di cioccolato bianco alla vaniglia


sul procedimento, rinvio a quanto scritto qui, ribadendo due cose:

1. il burro DEVE ESSERE FREDDO. non fatevi ingannare dalle ricette che vi parlano di una specie di frolla montata, che poi deve riposare in frigo. Oppure, fatevi ingannare- e poi venite pure a chiedermi come mai vi si sono spatasciati tutti in forno e "buoni, son buoni, ma sembrano dei dischi volanti". Prometto che nessun "ve lo avevo detto" uscirà nè da questa bocca, nè da questa tastiera. Giurin giuretto.

2. Il forno DEVE ESSERE BASSO, meglio se NON VENTILATO e la cottura deve essere breve. 15-20 minuti al massimo. Dovete tirarli fuori pallidi e lasciarli "consolidare" all'aria. 

3. Farciteli da freddi, accoppiateli e fate solidificare bene il cioccolato, a temperatura ambiente. Poi sistemateli in una scatola di latta, a chiusura ermetica- e dimenticateveli per 72 ore.

Dopodichè,offriteli a tutti :-)